centomila.

centomila.

15 Aprile 2018 0 Di Ruel Franzese

Un limite, una distanza, apparentemente impossibile da raggiungere. Qualcosa di grande, di immenso, di insormontabile.

Un percorso fatto di passi, tanti passi, tra radure e montagne, spiagge e deserti.

Centomila gli anni luce tra un pianeta e l’altro; è la distanza tra gli astri, tra le stelle morenti. Le galassie si sfidano al centomila più grande.

Distanza che va oltre il tempo, oltre lo spazio e le parole. Oltre le offese oltre il giudizio, oltre il malcontento.

Vastità incalcolabile.

Ma pur sempre un numero finito.

Fine dato dalla nostra incredibile incredulità, di vivere, di credere, di essere quello che si è realmente.

È tutta tua, inspiegabilmente, miracolosamente tua. Sei tu a scegliere quanto percorrerla. Centomila ti è stato dato, di quanto ti accontenterai?

Il nostro limite è la mente, quello che abbiamo visto è quello che possiamo ottenere. La nostra mente è centomila.

L’amore che riusciamo a dare è centomila; la gioia che possiamo esprimere, il dolore che riusciamo a trattenere, le storie che riusciamo a raccontare, i canti che riusciamo a cantare… Centomila

Ma c’è di più.

Qualcuno è arrivato a centomilauno.

Quando ho provato un solo assaggio di quel centomilauno la mia vita è cambiata. Inspiegabilmente sono arrivato a superare i miei limiti, i limiti della mia mente, il mio centomila è stato devastato da una rottura.

Dio

Ha fatto si che sperimentassi centomilauno, un amore infinito, grandioso, brillante, che mai si spegne, consumante, disarmante, costantemente presente.

Centomila sono diventati i motivi

Per ringraziarlo, lodarlo, amarlo, pregarlo..

Centomila è tutto, centomila è anche niente.

Che la tua vita

Sia centomilauno!

“Dio è saggio, è grande in potenza; chi gli ha tenuto fronte e se n’è trovato bene? Egli trasporta le montagne senza che se ne accorgano, nel suo furore le sconvolge. Egli scuote la terra dalle sue fondamenta, e le sue colonne tremano. Comanda al sole, ed esso non sorge; mette un sigillo sulle stelle. Da solo spiega i cieli, cammina sulle piú alte onde del mare. È il creatore dell’Orsa, d’Orione, delle Pleiadi, e delle misteriose regioni del cielo australe. Egli fa cose grandi e imperscrutabili, meraviglie innumerevoli.”
Giobbe 9:4‭-‬10